I tasselli mancanti del web

Questo articolo di Anil Dash riporta delle interessanti considerazioni sulla composizione delle ‘pagine’ del web.

In un momento in cui molte persone stanno perdendo la fiducia nei siti più grandi del web, vale la pena rivisitare l’idea che il web avrebbe dovuto essere realizzato da innumerevoli piccoli siti.

Di fatto, sostiene l’autore, come la struttura soggiacente della ‘pagina’ è oggi composta da tanti elementi nessuno dei quali viene scritto da chi quella ‘pagina’ la cura, così dovrebbe essere possibile condividere pezzi di informazioni, incrociare (inglobare) siti diversi o parti di essi.

Se riuscissimo ad affrontare i problemi di sicurezza e prestazioni della condivisione dei dati, potremmo soddisfare una delle più grandi promesse non mantenute del web.

I social rispondono alla necessità di condividere facilmente delle informazioni senza dover avere alcun tipo di infarinatura tecnica.  L’obiettivo di tornare ad avere ciascuno il suo sito non è facile anche se ci sono un sacco di strumenti che permettono di farlo abbastanza semplicemente.

Questa volta conosciamo la posta in gioco e possiamo immaginare il valore di avere un piccolo pezzo di internet sotto il nostro stesso controllo.

Non è impossibile portare a termine questo che è uno dei primi obiettivi del web. Potrebbe essere divertente, vale la pena almeno provarci.

https://medium.com/